Come togliere la resina dai vetri auto?

Come togliere la resina dai vetri auto?

Nel caso in cui sulla tua auto sia caduta della resina su carrozzeria e sui vetri auto, scopri qualche consiglio in questo articolo:

  • Cos’è la resina e perché è dannosa per i vetri auto
  • Posso andare all’autolavaggio per togliere la resina dai vetri auto?
  • Cosa non devo assolutamente fare per cercare di togliere la resina dai finestrini?
  • Togliere la resina dai vetri auto con prodotti specifici per l’auto e i vetri
  • Togliere la resina dai vetri auto con soluzioni “fai-da-te” dai vetri auto e dalla carrozzeria

Di sicuro è già accaduto: lasciamo l’auto parcheggiata sotto un albero e al ritorno la ritroviamo sporca di macchie di resina su carrozzeria e vetri. Si pone, perciò, il problema di come eliminare la linfa degli alberi. La tentazione è lasciare tutto com’è e attendere che il tempo, l’aria e la pioggia rimuovano tutto.
Utilizziamo, per un rapido risultato un fazzoletto imbevuto di acqua e, sfregando, pensiamo sia sufficiente.
Niente di più sbagliato: la resina si secca ed è ancora più difficile rimuoverla.
Ma con azioni mirate si possono pulire le superfici.
L’eliminazione non è difficile: è possibile ottenere il 100% del risultato ma è necessario seguire regole precise.

Cos’è la resina e perché è dannosa per i vetri auto?

E’ una sostanza zuccherosa (da qui deriva la sua consistenza appiccicaticcia) prodotta autonomamente dagli alberi (soprattutto i pini). Aderisce molto alla carrozzeria e alle superfici vetrate. Con il tempo (qualche giorno) si secca e la rimozione può essere dannosa per la vernice (e può causare ruggine.

Posso portare l’auto all’autolavaggio per togliere la resina dai vetri auto?

Normalmente non è la soluzione migliore poiché né il getto ad alta pressione, né i rulli né l’acqua fredda risolvono il problema

Cosa non devo assolutamente fare per cercare di togliere la resina dai finestrini

Per la rimozione delle macchie di resina è obbligatorio evitare Attrezzi rigidi (la chiave d’accensione), taglienti (lame di coltello) o appuntiti (un cacciavite, uno spillo). Bisogna inoltre escludere la spugna, soprattutto se ha una superficie abrasiva, e l’acqua fredda; meglio utilizzare acqua calda, non bollente.

Togliere la resina dai vetri auto con prodotti specifici per la carrozzeria e i vetri


Il mercato mette a disposizione una gamma di prodotti solventi studiati per la precisa rimozione delle macchie di resina. In alcuni casi questa categoria serve per eliminare anche altre sostanze non gradite (ad esempio il catrame). Le soluzioni sono molteplici perciò vi consigliamo innanzitutto di rivolgervi presso un centro specializzato come ad esempio la rete di negozi ICMA.
Di solito la procedura prevede l’applicazione del prodotto secondo quanto indicato nelle istruzioni (che suggeriscono quantità di prodotto e, a volte, anche “la posizione” da tenere prima dell’applicazione). Si lascia poi agire per qualche minuto e, infine, si passa una spugna (rigorosamente non abrasiva) e si elimina la macchia rispettando carrozzeria e vernice.

Togliere la resina dai vetri auto con soluzioni “fai-da-te” dai vetri auto e dalla carrozzeria

Ci sono alcune soluzioni fai-da-te (sulle quali non tutti sono d’accordo): sono prodotti di uso quotidiano che possono aiutare a eliminare le macchie. Più o meno tutti, però, possiedono delle controindicazioni.

Olio vegetale. La soluzione migliore. Infatti l’olio possiede proprietà emollienti (cioé “ammorbidisce”), può quindi essere utile nel caso di una macchia secca di diversi giorni.

alcool denaturato. Può essere utile ma ha una serie di difetti: non possiede elevate proprietà pulenti, è infiammabile ed è volatile (la sua azione si disperde velocemente). Si può usare un contagocce: si lascia cadere qualche goccia sulla macchia di resina, si attende qualche secondo affinché agisca e si procede con la pulizia. Quindi si passa una pelle di daino, anch’essa imbevuta di alcool e si passa con movimenti circolari.

Benzina. Possiede elevate qualità solventi ma è nota la sua pericolosità (è molto infiammabile) perciò il suo utilizzo è sconsigliato.

Acetone per unghie. Può essere una soluzione ma poiché è un diluente molto aggressivo tende ad opacizzare la superficie e a scolorire la vernice.

Acqua e bicarbonato. Utilizzando un cucchiaio di bicarbonato e un po’ d’acqua si produce un impasto; va applicato sull’area della macchia e poi rimosso.

Ricapitolando:

La macchia di resina aderisce alle superfici e, seccandosi, diventa tutt’uno con la carrozzeria e i vetri.
Trascorso qualche giorno la macchia si “secca” e la rimozione diventa difficile e rischiosa (si può grattare la vernice e causare ruggine).
Per rimuovere le macchie ci sono innanzitutto azioni da evitare poiché sono inutili (ad esempio l’autolavaggio) o pericolose per la carrozzeria (le spugne abrasive o oggetti che tagliano o graffiano).
Esistono due metodi per eliminare le macchie di resina: i prodotti specifici per l’uso o soluzioni fai-da-te come l’olio vegetale o l’alcol di solito usati per altri scopi.
Possono funzionare ma non tutti sono d’accordo sull’utilità e hanno controindicazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici sui social!

FACEBOOK: https://www.facebook.com/VetroAuto

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/vetroauto.it/

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × uno =